Collari per albero resistenti alla corrosione per applicazioni marine

Dic 22, 2014 0 Comments in News
Collari per albero resistenti alla corrosione per applicazioni marine

Ruland produce collari per albero in acciaio inox Aisi 303 e Aisi 316 per rispondere alle esigenze delle applicazioni marine e sottomarine esposte alle dure condizioni dell’ambiente oceanico. Le applicazioni che si possono trovare nei veicoli sottomarini autonomi, in sottomarini a comando remoto, nelle attività di rilevazioni sismiche, di energia ricavata dalle maree e le attrezzature di trivellazione possono trarre benefici da un attacco più preciso, dalle finiture elevate e da un potere di tenuta maggiore garantiti dai collari per albero Ruland. Il tipo in acciaio inox Aisi 303 è stato studiato per applicazioni al di fuori dell’acqua dove il collare per albero può essere regolarmente pulito, mentre iL tipo in acciaio inox Aisi 316 è progettato per applicazioni subacquee che richiedono elevate livelli di resistenza alla corrosione. I collari per albero Ruland sono lavorati con una finitura della superficie liscia, senza incavi ed altre imperfezioni che possono condurre ad una prematura corrosione e cedimento. Tutti i materiali provengono da aziende selezionate in Nord America. Ruland offre collari per albero in acciaio inox Aisi 303 ed Aisi 316 nelle versioni a morsetto ad uno o due pezzi con alesaggio da 1/8” (3mm) a 3” (80mm). I collari per albero nella versione a morsetto garantiscono un elevato potere di tenuta, non rovinano l’albero e consentono semplici operazioni di aggiustamento. I collari per albero Ruland sono lavorati per assicurare una perpendicolarità tra superficie di appoggio e foro di TIR <0.002” (0.05mm). Sono marchiati con il nome Ruland e l’alesaggio per una facile identificazione. I modelli a due pezzi sono accoppiati durante il processo di produzione per assicurare un ideale attacco ed allineamento. Entrambi i modelli in acciaio inox Aisi 303 e Aisi 316 sono forniti di viteria dello stesso materiale resistenti alla corrosione.

WWW.INMOTION-WEB.IT 5 DICEMBRE 2013